T shirt manica lunga

La ‘T’ si allunga. Una variante della maglietta classica, la t shirt manica lunga è un capo di abbigliamento che viene utilizzato sia in occasioni casual sia con un abbigliamento più formale. Le sue origini sono assimilabili a quelle della classica t-shirt a maniche corte.

Molto probabilmente le prime magliette sono state utilizzate dai soldati statunitensi durante la Prima Guerra Mondiale. Non è però raro trovare magliette con girocollo tondo durante l’età antica. Già all’epoca degli Etruschi venivano infatti confezionate degli indumenti molto simili alle magliette utilizzate sino ai giorni nostri. Anche nel Rinascimento si diffusero capi intimi dalle maniche di differenti lunghezze, tra cui anche le classiche t shirt a manica corta e t-shirt a manica lunga.

A lanciare questo indumento sulle navi furono i marinai di fine Ottocento che portavano quotidianamente una maglietta a maniche lunghe o corte realizzata con le classiche righe orizzontali. Le t-shirt a manica lunga vennero costantemente utilizzate anche durante la Seconda Guerra Mondiale come indumento intimo. La loro diffusione continuò anche negli anni successivi, soprattutto in ambito sportivo.

Fu nel Regno Unito che vennero ideate le magliette a manica lunga per giocare a polo. Questo sport favorì tra le, classi più agiate, un abbigliamento più casual usato spesso durante i giorni di festa e per le partite di svago tra squadre e amici. Questa nuova variante della maglietta a manica lunga era realizzata con l’aggiunta di un colletto e di due o tre bottoni.

Le magliette a maniche lunghe circolarono a partire dalla Prima Guerra Mondiale per poi diventare ancora più famose quando un imprenditore americano, J. Brooks, le importò negli Stati Uniti. Col passare del tempo i brand di moda nascenti fecero a gara per migliorare le magliette dell’epoca. Tra i principali pionieri ‘Made in USA’ ci furono Lacoste e Fred Perry.

Il primo produttore che le integrò nell’abbigliamento sportivo non solo del polo ma, anche del tennis, fu René Lacoste. Quest’ultimo intuì come la moda del tempo avesse bisogno di una collezione che desse più versatilità ai suoi capi, soprattutto durante le partite di tennis. Le sue realizzazioni in petit piqué furono molte apprezzate nel 1926 agli US Open dove portarono una ventata di novità.

Il simbolo del coccodrillo è conosciuto in tutto il mondo ed è legato a un modo di vestire casual ma allo stesso tempo elegante. Fred Perry cercò invece di migliorare notevolmente l’impatto delle polo sulla nuova società moderna sdoganandole da un vestiario di tipo borghese e avvicinandosi a un target più giovane e meno legato alle regole dei tempi. È una sua creazione la famosa ‘polo shirt‘ della linea di moda lanciata nel 1972 che prese per l’appunto il nome dal modello ‘Polo’. Con gli anni Ottanta le polo e le t-shirt a manica lunga continuarono ad essere molto apprezzate dalla moda e in generale come capo di vestiario sia dal genere maschile che dal genere femminile.

t shirt manica lunga

T shirt manica lunga: un mezzo di propaganda

Si svilupparono diverse varianti con loghi più o meno evidenti. Un esempio interessante è dato dal marchio inventato da Ralph Lauren: la maglietta a forma di T, a manica corta o lunga, venne sfoggiata con colorazioni differenti in base al decennio di adozione. Durante gli anni Cinquanta e Sessanta, il colore più utilizzato per produrre magliette fu il classico bianco ‘da intimo’.

L’arrivo degli anni Settanta segnò un cambio completo del guardaroba da indossare. I cosiddetti figli dei fiori non erano più di moda. Si passò allo stile da discoteca e quindi a colori sgargianti, psichedelici e alle stampe multicolor anche nelle magliette. Insieme alle t shirt vengono preferiti accessori stravaganti come pietre, conchiglie e girocolli artigianali.

Negli anni Ottanta, i capi brandizzati dalle squadre di calcio o baseball che avevano caratterizzato gli anni Sessanta, vennero rimpiazzati da magliette a maniche lunghe e a maniche corte realizzate per veicolare particolari messaggi pubblicitari e di protesta politica. Le magliette con i loghi di brand di nicchia o dei più famosi punk sono state impiegate spesso per diffondere l’appartenenza a un gruppo o per lanciare slogan legati a un particolare brand di moda. I nerd la difendono in tutte le sue forme come una vera e propria divisa da indossare quotidianamente.

T shirt manica lunga ai giorni nostri

Con il passare dei decenni, fino ad arrivare ai giorni nostri, la t shirt manica lunga si è fatta strada nel guardaroba comune di tutti i giorni per la sua democraticità. A differenza di camicie, gonne e pantaloni, sono infatti più versatili e indossate comunemente in tessuti differenti. Sono disponibili sia in cotone che in altri tessuti come lana, lino, canapa e in fibre sintentiche.

Le t-shirt a manica lunga, come le magliette a manica corta più classiche, possono essere un ottimo regalo per qualsiasi occasione. È personalizzabile con una stampa, una foto o una scritta particolare. Sono un buon regalo per sponsorizzare un’azienda o fare pubblicità a un’attività appena avviata.

Se sei alla ricerca di un regalo non troppo impegnativo ma al tempo stesso adatto per essere indossato in qualsiasi occasione, puoi optare per una t-shirt a maniche lunghe o a maniche corte. Si tratta di una scelta sempre apprezzata da chi la riceve perché in grado di rivolgersi a tutti coloro che apprezzano questo indumento casual che ha segnato la storia dell’uomo sin dalla fine dell’Ottocento.

Lascia un commento